Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

 Abetone2012foto2

La registrazione volutamente in "presa diretta" lascia solo parzialmente trasparire l'emozione data dalla fusione dei suoni degli strumenti, con la voce recitante ed i suoni della natura.

L'abile regia di Giorgio Di Presa direttore artistico de “Il Teatro dell'Alambicco” di Pisa sommata all'esperienza musicale del musicoterapista Luciano Mammana hanno dato un valore aggiunto all'evento magico per sua stessa natura.

Potrete facilmente udire il canto del fringuello che fa a gara con Cecilia Zaccagnini durante la recitazione iniziale, come pure il fruscio del vento tra le foglie che spesso avvolge la voce dell'attrice, come potrete pure udire il lacerante contrasto che sorge tra la magia del bosco, ed un motore in lontananza assieme agli spontanei commenti sottovoce dei numerosi spettatori.

ASCOLTA L'EVENTO:

 

 

DESCRIZIONE:

 

Il pubblico che arrivava è stato accolto ai margini del bosco dal suono della tromba di Renato Cantini che lo ha accompagnato fino alla prima postazione, dove sono state recitate dall'attrice Cecilia Zaccagnini 3 poesie,appena finita di leggere la terza poesia, alle spalle del pubblico, è apparsa come per incanto la violoncellista Alice Motta che durante la recitazione, era rimasta nascosta da un faggio secolare ed ha cominciato a fondere le sua musica struggente con i rumori del bosco.

A questo punto la tromba di Renato ha accompagnato gli spettatori alla seconda postazione, dove Cecilia accompagnata dal gruppo di percussionisti del laboratorio di musicoterapia della associazione "La Mano Amica" di Lucca (Francesco, Eric e Oscar) e dallo Psicoterapeuta Fabrizio Micheli (ottimo suonatore di Digiridoo, strumento molto suggestivo suonato dagli aborigeni australiani), ha recitato 5 altre poesie.

Alla fine della recitazione, il pubblico ha raggiunto la terza ed ultima postazione sempre accompagnato da Renato e la sua tromba, dove Cecilia ha recitato le ultime poesie in programma accompagnata dalla magia del violoncello di Alice.

Terminata l'ultima sessione di recitazione, Pubblico e musicisti sono tornati alla postazione di partenza dove i musicisti hanno coinvolto il pubblico in una jam session in stile jazzistico, per finire, una fetta di dolce per tutti accompagnata dall'ottimo liquore mirtillino, offerto dall'azienda "Il Baggiolo" di Abetone.

 

 sequenzaeventiabetone

Joomla templates by a4joomla